Condividi

3 miti da sfatare sul vino

Il vino, oggetto di una passione senza tempo, un vero e proprio universo affascinante che coinvolge tantissimi appassionati – più o meno esperti.

Su di esso si spendono molte parole… ci sono però alcune convinzioni comuni che possono essere messe in discussione! Vi suggeriamo 3 miti da sfatare sul vino.

 

Mito n.1: il vino rosso non si abbina MAI a piatti a base di pesce.

Qual è il miglior vino da abbinare ad un trancio di pesce spada alla griglia, oppure al baccalà? Se per questi abbinamenti la vostra scelta è orientata su un vino bianco, vi dobbiamo fare ricredere!

Il primo mito da sfatare è proprio uno dei tabù enogastronomici più affermati… sì, perché abbinare un buon calice di vino rosso a un piatto a base di pesce è possibile (e potrebbe regalarvi sensazioni del tutto inattese).

Ovviamente, non tutti i tipi di pesce e le loro preparazioni sono ideali per questa inusuale combinazione. Se per crostacei e pesci dal sapore più delicato l’abbinamento con il vino bianco rimane un must, tipologie più grasse e saporite – come il pesce spada, il baccalà, il tonno – possono essere gustate anche con un buon rosso. Ad esempio: un vino ricco, ampio e di buona persistenza aromatica come Calanìca Frappato – Syrah servito a 15° C si sposa perfettamente con piatti di pesce saporito.

E per il sushi? Provate un equilibrato e vivace Corvo Glicine Rosso, servito freddo!

 

Mito n.2: il vino migliora con l’età.

Avete conservato per anni una bottiglia di vino speciale, attendendo pazientemente che il tempo ne migliori le qualità o faccia aumentare il suo valore? Ebbene, questo è il secondo mito da sfatare perché forse il momento per gustarla ormai è passato.

In realtà, infatti, non tutti i vini acquisiscono maggior pregio con il trascorrere del tempo. Inoltre, alcune bottiglie, anche se “datate” non hanno un vero e proprio valore economico.
Ricordatevi poi che se decidete di conservare una bottiglia di vino è meglio che lo facciate nel miglior modo.

 

Mito n.3: i vini spumanti vanno bevuti solo nelle grandi occasioni.

Il terzo mito da sfatare ha per protagonista le bollicine. Perché riservare la degustazione dei vini spumanti a pochi – e ben determinati – momenti lieti dell’anno? Non per forza è necessario avere una scusa per poter apprezzare il brioso perlage di Duca Brut, un vino ben equilibrato – con notevole personalità e gradevolezza – ottimo come aperitivo e gradevole anche a tutto pasto.

 

Siete curiosi di conoscere altre notizie interessanti e curiosità sul mondo del vino? Accomodatevi nel salotto del wine lover.

Donna Franca, Duca Enrico e Bianca di Valguarnera.…

Ci sono vini che non dovrebbero mai mancare nelle cantine di un vero Wine Lover.…

leggi l'articolo

Vuoi andare su Marte? Bevi vino rosso!

Avresti mai immaginato che il vino rosso potesse portarti su Marte? Secondo la ricerca della…

leggi l'articolo

Tappi per il vino: tutto quello che c’è…

Se pensate che il tappo di una bottiglia sia solo un dettaglio, preparatevi a cambiare…

leggi l'articolo