Condividi

3 tappe obbligatorie se visitate Marsala e dintorni

Sulla punta più estrema della Sicilia occidentale, in un territorio che ha assistito nei secoli al susseguirsi di numerose dominazioni, sorge il comune di Marsala. Grazie alla sua posizione strategica, al clima mite e alle numerose bellezze di interesse artistico, storico e paesaggistico, Marsala è da sempre un luogo di forte attrazione turistica. Se state decidendo di trascorrere un fine settimana – o una breve vacanza – a Marsala, vi suggeriamo 3 attrazioni che non potete assolutamente perdere:

 

1) Le storiche Cantine Florio

 

Marsala ha un antico e indissolubile rapporto con il vino, ed è proprio qui che sorgono le storiche Cantine Florio, un luogo magico dove tradizione e innovazione si fondono in una realtà unica ed affascinante.

La loro fondazione avviene nel lontano 1833 ad opera di Vincenzo Florio, che fu il primo imprenditore italiano ad appassionarsi alla produzione di vino marsala.

Oggi le Cantine Florio sono un affermatissimo luogo d’attrazione, teatro di eventi unici ed appuntamenti artistici di rilievo. Ogni anno migliaia di turisti percorrono le sue maestose navate a sesto acuto per vivere un’indimenticabile visita guidata: il percorso comincia con gli otto maestosi tini giganti realizzati a fine ‘800 – tuttora utilizzati per l’affinamento del marsala – e prosegue attraverso diverse sale e numerose attrazioni di interesse storico, fino ad arrivare alla Cantina vera e propria, dove circa 5.500.000 litri di marsala vengono custoditi, nel silenzio e nella tranquilla immobilità.

 

 

Il tour guidato prosegue poi nella Sala di Degustazione Donna Franca Florio: in questo spazio innovativo tutto è studiato per guidare l’ospite in un’esperienza multi-sensoriale e suggestiva con i profumi ed i colori dei vini Florio.

La visita si conclude all’Enoteca Florio, ricavata da una delle navate laterali della Cantina, dov’è possibile acquistare tutti i vini e i gadget Duca di Salaparuta, Corvo e Florio, oltre ad una selezione di eccellenze dell’arte e dei prodotti tipici siciliani.
E per rendere ancora più memorabile una giornata trascorsa alle Cantine, la splendida Terrazza Florio, affacciata sul mare, è il luogo ideale per assaporare i vini Duca di Salaparuta, Corvo e Florio lasciandosi affascinare dall’incantevole panorama mediterraneo.

Se volete anche voi godere di un’esperienza unica alle Cantine Florio cliccate qui.

 

 

2) L’Isola di Mozia (Mothia)

 

Un altro imperdibile luogo di attrazione se siete nella zona di Marsala è senza dubbio l’Isola di Mozia, sita sulla laguna dello Stagnone, in una terra dal grande interesse naturalistico.

Fondata nell’VIII sec. A.C., Mozia (oggi San Pantaleo) fu un’antica e prospera colonia Fenicia, stazione commerciale e attracco strategico per le navi in navigazione nel Mediterraneo.

Distante poco più di 6 km dal centro di Marsala, si può raggiungere facilmente grazie ad un servizio offerto da piccole imbarcazioni che partono ogni 10 minuti in direzione dell’Isola. I resti urbanistici della vecchia città e i numerosi manufatti archeologici fanno dell’Isola di Mozia una tappa obbligata se siete in transito per Marsala.

Per maggiori informazioni su come organizzare la vostra escursione all’Isola cliccate qui.

 

 

 

 

3) Le saline

Lungo l’itinerario che da Trapani conduce a Marsala sicuramente avrete notato delle montagnette bianche, oppure ancora strisce sottili dello stesso colore candido che, ordinate con rigore più o meno geometrico, brillano sotto la luce del sole siciliano: sono le saline.

Anche le saline devono ai Fenici la loro introduzione nel territorio di Trapani e Marsala: essi, preso atto delle condizioni estremamente favorevoli per l’estrazione  del sale (secondo l’antico processo di evaporazione dell’acqua), decisero di impiantarci delle vasche per ricavare il sale, che da qui veniva poi esportato in tutto il bacino del Mediterraneo.

Nonostante la loro origine antichissima, le saline sono ancora oggi in attività e condotte secondo i metodi tradizionali.

Non perdetevi l’occasione di fermarvi un attimo per godere di un tramonto che tinge le linee bianche del sale e le acque basse della laguna coprendole d’arancio, per poi scomparire dietro i caratteristici mulino a vento che compaiono qua e là lungo questo indimenticabile paesaggio… magari accompagnato da un bicchiere di buon vino!

 

 

La famiglia Alliata: Giuseppe

Giuseppe Alliata di Villafranca (1784 – 1844), Principe del Sacro Romano Impero, Grande di Spagna, primo Duca di Salaparuta e marito di…

leggi l'articolo

3 tappe obbligatorie se visitate Marsala e dintorni

Sulla punta più estrema della Sicilia occidentale, in un territorio che ha assistito nei secoli al…

leggi l'articolo

Fondazione FS & Cantine Florio

Parte la nuova iniziativa della Fondazione FS “Le strade ferrate del gusto”: una serie di…

leggi l'articolo