Condividi

30 anni di Bianca

Si dice che i diamanti siano i migliori amici delle donne… Per festeggiare i 30 anni di una delle Signore più raffinate e glamour del vino italiano, Bianca di Valguarnera, non potevamo quindi che affidarci a queste preziosissime pietre che, con la loro purezza, perfezione e luminosità, conferiscono un fascino esclusivo al salvagoccia creato da un orafo artigiano di lunga tradizione. Realizzato interamente a mano con un lavoro paziente e preciso, il salvagoccia in oro bianco, che orna il collo di una bottiglia di Bianca di Valguarnera con etichetta 30 anni Limited Edition, monta in tutto 280 diamanti da 0.05 carati ciascuno e rappresenta un pezzo di arte orafa insolito e assolutamente originale perfetto per questo vino. Prodotto per la prima volta nel 1987 da uve Insolia, Bianca di Valguarnera, che fermenta in legno di rovere ed evolve a stretto contatto con i propri lieviti, è infatti un vino dalla personalità forte, curato nei minimi particolari, che si distingue per stile e modernità. Uno stile che l’ha reso un’icona dell’enologia italiana nel mondo e che Duca di Salaparuta festeggia, in questo importante compleanno, con un gioiello che simboleggia la purezza di un vino che è espressione naturale del frutto, la rarità di un carattere che non teme le sfide e la longevità di un bianco destinato a durare senza perdere la propria freschezza. Brillante, elegantemente prezioso e unico al mondo, il salvagoccia per celebrare i 30 anni di Bianca di Valguarnera è un omaggio ad uno dei vini più profondamente contemporanei e ricchi di sfumature di Duca di Salaparuta.

 

Le bollicine Duca di Salaparuta

Nate nel 1971 le bollicine di Duca Brut sono le prime prodotte in Sicilia con…

leggi l'articolo

Calici di Stelle 2021: una notte stellata alle…

Anche le Cantine Duca di Salaparuta di Casteldaccia, vicino a Palermo, aprono le porte all'evento…

leggi l'articolo

10 Agosto 2021: Calici di Stelle vi aspetta…

La notte del 10 Agosto torna a riempirsi dei profumi del vino grazie all'ormai classico…

leggi l'articolo