Condividi

Alle Cantine Duca di Salaparuta arrivano le chitarre dei Mancuso

Sabato 25 gennaio Vincenzo Mancuso e Matteo Mancuso* si esibiranno in un teatro d’eccezione: le Cantine Duca di Salaparuta di Casteldaccia (PA). I due maestri della chitarra elettrica daranno vita ad un eccitante duello sul filo di celebri classici del jazz. Un duo d’eccezione formato da padre e figlio: Vincenzo e Matteo Mancuso, uno produttore ormai nella storia della musica Italiana, l’altro enfant prodige siciliano conosciuto anche oltreoceano. Un appuntamento dedicato agli appassionati di musica e di vino che potranno gustare un ottimo aperitivo accompagnati dai vini Duca di Salaparuta.

 

Vi aspettiamo!

 

IL PROGRAMMA

Ore 19.00 | Visita Alle cantine Duca di Salaparuta
Ore 20.30 | Inizio spettacolo

 

Prezzo al pubblico € 25 che include:
. La visita guidata alle Cantine Duca di Salaparuta
. Concerto Mancuso & Figlio
. Aperitivo rinforzato
. 1 calice di vino Duca di Salaparuta

 

E’ prevista la possibilità di acquistare in loco ulteriori consumazioni al costo di € 5 cad.

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Per info e prenotazioni:
UFFICIO HOSPITALITY | DUCA DI SALAPARUTA
visitaduca@duca.it | Tel. 091 945252

 

 

 

*Vincenzo Mancuso

Nasce a Palermo nel 1953 e inizia a suonare la chitarra da autodidatta. Nel 1975 si trasferisce a New York dove prende lezioni dal chitarrista Chuck Waine, famoso session man, già al fianco di Charlie Parker. Nel ‘78, di ritorno dagli Stati Uniti, si stabilisce a Roma e inizia una collaborazione duratura con l’orchestra della Rai e la sua attività di turnista lavorando a fianco di: Anna Oxa, Nada, Marcella Bella, Rino Gaetano, e con gli storici Claudio Villa e Domenico Modugno. Dall’80 all’84 fa parte del gruppo “I Camaleonti”. Nel 1984 incontra il cantautore Francesco De Gregori . Sono da lui prodotti e arrangiati, infatti, nel ‘92 e ‘93: “Canzoni d’amore” e “Il bandito e il campione”.  Nello stesso periodo collabora, sempre in veste di produttore, alla realizzazione di due album del cantautore Luca Barbarossa e viene richiesto in America per produrre l’album del cantante Alexi Lalas. Dal 1998 al 2001 ha fatto parte dell’orchestra del Festival di Sanremo. Negli ultimi anni ha “prestato” la sua chitarra, fra gli altri, a Carmen Consoli, Loredana Bertè, Vincenzo Spampinato.  Dal 2004 al 2006 ha partecipato alle tourneè di Renato Zero, in qualità di chitarrista, nei  maggiori teatri italiani. Alla carriera nell’ambito della musica leggera affianca da anni una produzione concertistica ispirata al jazz e alle proprie radici di musicista mediterraneo anche in coppia con il figlio Matteo. Dal 2008 in duo,  con l’arpista Rosellina Guzzo, porta avanti un progetto musicale che ha dato origine a nuovi percorsi espressivi tra il celtico e il jazz. Dal 2015 si esibisce in duo con il talentuoso figlio Matteo. Di padre in figlio, la proposta musicale che, attraverso la chitarra ripercorre  i più importanti stili musicali: dal jazz e alle contaminazioni moderne. Ha suonato con lui in varie occasioni tra cui il Festival de la Guitare di Nizza nel 2018.

 

Matteo Mancuso

Matteo Mancuso, classe 1996, attualmente frequenta il corso di chitarra jazz presso il Conservatorio di Palermo. Enfant prodige della chitarra, ha suonato, fin dalla più tenera età, con i maggiori musicisti siciliani. Già nel 2009, a dodici anni, si è esibito  al Castelbuono Jazz Festival. Chitarrista poliedrico, spazia dalla chitarra classica, alla elettrica, sulla quale ha sviluppato una personale tecnica esecutiva che gli permette un linguaggio musicale molto originale. Il suo canale you tube, che ha già superato il milione e mezzo di visualizzazioni, è seguito da un vasto pubblico internazionale e ha ricevuto plausi e attestazioni di stima, tra gli altri, da Dweezil Zappa, Stef Burns, Joe Bonamassa, Eric Johnson, ecc. Nel 2017, ad Umbria Jazz, vince una borsa di studio presso la prestigiosa Berklee Music College di Boston. Si è esibito presso il padiglione Yamaha del NAMM a Los Angeles, a Gennaio 2019 per tutta la durata della manifestazione. E’ stato presente in Thailandia, a Bangkok a febbraio 2019, in un Festival della Chitarra, e, a maggio, a  Pattaya, in occasione dell’ Hard Rock Pattaya guitar Battle. Ha svolto un mini tour Yamaha a settembre del 2019 in Russia, dove ha suonato e tenuto seminari a Mosca, San Petroburgo e Perm. Lo scorso anno, si è esibito anche a Francoforte, a Malta e, nell’ottobre scorso, in duo con il padre Vincenzo, ha chiuso, in standing ovation, il Festival della chitarra di Nizza. Ha partecipato, inoltre, in trio con Riccardo Oliva e Salvatore Lima (SNIPS) al Musika-Expo di Roma, ad Umbria Jazz 2018 e in Corsica, al Festival Jazz di Aiaccio. Hanno scritto di lui giornali specialistici nazionali e internazionali, come Accordo, Vintage Guitar, Guitar Fusion Magazine di Tokio, ecc. E’ presente una voce di Wikipedia internazionale su di lui. E’ atteso entro l’anno il suo primo CD di inediti.

 

 

 

 

 

 

 

I 5 vini da degustare in Autunno

Con l’arrivo dell’autunno le nostre abitudini cambiano: trascorriamo più tempo in casa, godendoci momenti intimi…

leggi l'articolo

Benvenuta Vendemmia: Duca di Salaparuta apre per la…

Alle pendici dell’Etna, in un territorio dalle caratteristiche uniche, domenica 27 settembre, Duca di Salaparuta…

leggi l'articolo

Barbara Tamburini entra a far parte del nuovo…

La vendemmia 2020 per il Gruppo Duca di Salaparuta S.p.A. si apre con una collaborazione…

leggi l'articolo