Condividi

Arriva Contrade dell’Etna!

Il 3 aprile si apre l’edizione numero dieci di Contrade dell’Etna, la manifestazione dedicata alle nuove annate dei vini prodotti con uve coltivate alle pendici del Vulcano siciliano. Duca di Salaparuta sarà presente con Làvico, prodotto con uno dei vitigni autoctoni dell’Etna, il Nerello Mascalese. Il Nerello Mascalese trova da sempre sulle pendici dell’Etna un habitat perfetto sia per maturazione che per espressione aromatica. Qui, nella suggestiva Tenuta di Vajasindi, nascono le uve di Làvico, che rappresenta la sintesi raffinata del carattere deciso e un po’ selvaggio del vitigno e la vera espressione della sua terra d’origine e del Vulcano. L’altitudine, la luminosità, la temperatura elevata mitigata da forti escursioni termiche e la ricchezza minerale di questo terreno, in cui la componente lavica è preponderante e in costante evoluzione grazie all’attività del Vulcano, infatti offrono condizioni ottimali per l’allevamento di vitigni a bacca rossa con una complessità olfattiva importante come questo. Una ricchezza espressiva che si trova sintetizzata in Làvico, un vino elegante, che matura e affina lungamente per poter garantire longevità in bottiglia pur rispettando le caratteristiche evolutive del prodotto. Contrade dell’Etna 3 aprile – Castello Romeo, Via Montelaguardia 15 Randazzo (CT) Dalle ore 9 alle ore 13 ingresso riservato alla stampa e addetti ai lavori. Nel pomeriggio la manifestazione sarà aperta al pubblico

Le feste sono più vicine con il nostro…

Natale sta arrivando anche in questo 2020 difficile, prendiamoci un attimo di relax scegliendo i…

leggi l'articolo

Cantine Duca di Salaparuta: arriva il nuovo programma…

Le Cantine Duca di Salaparuta di Casteldaccia (PA) presentano il nuovo programma delle degustazioni, valido dal 1 novembre…

leggi l'articolo

Cantine Florio: arriva il nuovo programma delle degustazioni…

Le Cantine Florio di Marsala (TP) presentano il nuovo programma delle degustazioni invernali, valido dal 1 novembre 2020 al 31 marzo…

leggi l'articolo