Condividi

Come fare invecchiare bene un vino?

Siete appena entrati in possesso di una preziosa bottiglia e vi state chiedendo come fare invecchiare bene un vino in attesa del momento speciale per degustarlo?

Considerate che non tutti i vini hanno bisogno di essere sottoposti a un lungo invecchiamento, per questo è necessario saper cogliere il momento giusto per stappare una bottiglia. In generale, per far sì che una bottiglia duri più a lungo preservandosi nel tempo è necessario seguire alcuni accorgimenti.

 

– Il luogo di conservazione gioca un ruolo fondamentale, l’ideale sarebbe una cantina termicamente isolata dall’esterno. Se però non avete a disposizione un locale dedicato all’invecchiamento dei vostri vini, anche un armadio climatizzato può fare al caso vostro.

Abbiate comunque cura di conservare le bottiglie in posizione orizzontale. Così facendo, il tappo in sughero rimarrà a contatto con il liquido e l’umidità costante ritarderà l’essiccazione del legno. Oppure, se siete abbastanza audaci, potete anche decidere di conservare le vostre bottiglie in posizione obliqua. C’è chi sostiene che questa disposizione (oltre a regolare l’umidità del sughero) permetta di assorbire e far passare la bolla d’aria presente in bottiglia che viene influenzata dalle variazioni di temperatura.

 

– Tenete il vino lontano da fonti luminose, evitare di esporre le bottiglie alla luce diretta ritarderà l’invecchiamento precoce dovuto dall’ossidazione del prezioso liquido presente al loro interno. Scegliete quindi luoghi scuri.

 

– Occhio anche alla temperatura. Importante che non sia molto alta, meglio se compresa tra i 10° e i 14° C, e che sia costante. In estate potete innalzarla anche di qualche grado, basta che il processo sia molto graduale. Rapidi sbalzi di temperatura non sono per niente consigliati.In generale, dato che il calore sollecita le reazioni chimiche, una temperatura più bassa darà più tempo al vino per maturare e sviluppare gli aromi complessi.

 

– Ultimo ma non meno importante, il fattore umidità. Un ambiente troppo secco rischierebbe di far invecchiare rapidamente i tappi e, al contrario, l’eccessiva umidità rovinerebbe l’etichette. Fate in modo che sia costante e compresa tra il 55% e massimo 75%.

La temperatura sale? Scoprite come preservare i vostri vini preferiti dal caldo per degustarli alla giusta temperatura anche in estate.

Grillo: il vitigno del marsala

Vitigno autoctono siciliano, il Grillo è oggi una varietà che da qualche anno richiama l’attenzione…

leggi l'articolo

La vendemmia al cinema: 3 film da degustare

Una lunga liason, quella tra vino e cinema, che ci ha regalato pellicole indimenticabili come…

leggi l'articolo

Un’estate sorprendente con Florio

L’estate, con la voglia di stare in compagnia che porta con sé, è la stagione…

leggi l'articolo