Condividi

Le caratteristiche della Cantina per la corretta conservazione del vino

Ogni cantina ha le sue specifiche caratteristiche, studiate per conservare il vino e proteggerlo al meglio dagli agenti esterni.

Quali caratteristiche deve avere una cantina? Ne vediamo alcune:

 

  1. L’umidità

Il tasso di umidità ideale è dell’80%. Questo livello di umidità, infatti impedisce ai tappi di sughero di seccarsi, cosa che potrebbe compromettere la corretta chiusura delle bottiglie.

Per mantenere alta l’umidità delle cantine si sceglie spesso di non pavimentare il terreno per sfruttare l’umidità del sottosuolo o di pavimentarlo con materiali che consentono comunque il riciclo di umidità. Se verrete a visitare le Cantine Florio vi accorgerete di camminare su una battuta di tufo. Non è un caso, è un materiale adatto a mantenere l’umidità a un tasso di circa 80%.

 

  1. La temperatura

È necessario mantenere costanti le temperature: 13° – 15° per i rossi e 11° – 13 ° per i bianchi.

Queste temperature impediscono ai polifenoli del vino (gli agenti che ne determinano il colore) di dilatarsi o contrarsi: il calore eccessivo ridurrebbe la vita di un vino in quanto ne accelererebbe l’evoluzione sensoriale, mentre temperature basse ne impedirebbero una corretta maturazione polifenolica.

 

Cantina-DDS---Bottaia4

 

  1. La luce

A contatto col vino, la luce può accelerare il processo di maturazione, ecco perché nelle Cantine Florio le luci sono molto soffuse e gialle.

 

  1. Gli odori

Il vino è molto sensibile agli odori. Da evitare assolutamente di conservare altri generi alimentari in Cantina.

Gli odori segnano però un luogo e lo rendono riconoscibile. Le Cantine Florio sanno di vino, alcool e legni (come il rovere delle nostre 2.300 botti).

 

  1. L’areazione

L’aria deve essere lentamente ma costantemente rinnovata. Le Cantine Florio, grazie alla loro posizione in discesa, rendono possibile un’areazione naturale: l’aria entra dal basso e sale rinfrescando tutti gli ambienti.

 

Cantina-DDS---Bottaia5

 

E che dire dei materiali da usare per gli scaffali? Consigliato il legno per cantine soggette a vibrazioni, un materiale funzionale per le sue caratteristiche fonoassorbenti. I bianchi e gli spumanti vengono spesso conservati in un apposito scompartimento chiamato armadio climatizzato, perché la loro temperatura di conservazione quasi mai coincide con quella di servizio.

La cantina è un luogo di equilibri, da mantenere con cura per la perfetta conservazione del vino.

Guida alla degustazione del marsala

Osannato e conosciuto da tutti come grande vino da dessert, il Marsala Florio è prodotto…

leggi l'articolo

8 metodi infallibili per riuscire a farla franca…

Una delle sfide più grandi in un rapporto di coppia è la gestione dei litigi…

leggi l'articolo

Il Decanter… a cosa serve?

Dopo aver scoperto cosa fare per conservare al meglio i nostri vini più preziosi e…

leggi l'articolo