Condividi

Nino Favara in mostra @ Cantine Florio

La struggente poesia degli scatti in bianco e nero di Nino Favara* sarà in mostra presso le Cantine Florio di Marsala dal 19 giugno al 4 luglio. Un’occasione speciale per godere della magia sprigionata dalle immagini di Nino Favara sotto le storiche navate della Sala Donna Franca Florio. La mostra, “Interpretazione emotiva dell’immagine in Bianco e Nero”, verrà inaugurata venerdì 19 giugno con un brindisi al tramonto firmato Duca di Salaparuta e sarà visitabile gratuitamente, durante le visite guidate organizzate dalle Cantine Florio, fino al 4 luglio. Se siete tra i fortunati nei dintorni in quei giorni non mancate!

 

Interpretazione emotiva dell’immagine in Bianco e Nero – Nino Favara
Inaugurazione venerdì 19 giugno ore 18.30, Cantine Florio (Marsala)
Ingresso gratuito
Per maggiori informazioni: hospitality@duca.it

 

*Nino Favara è un premiato architetto, pittore e fotografo nato a Castelvetrano nel 1949. Dopo aver completato gli studi presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Palermo, si trasferisce a Firenze dove ha continuato la sua carriera in progettazione architettonica e dove comincia a dipingere. Al suo ritorno in Sicilia, diviene l’architetto ufficiale per la ricostruzione del Comune di Gibellina, distrutto nel 1968 da un terremoto. La passione dell’artista per la fotografia, comincia durante gli studi universitari. Da allora, ha ottenuto numerosi riconoscimenti e nel 1997, ha organizzato una mostra fotografica in occasione dell’evento “Italian Experience Festival” tenutosi presso l’Università di Hofstra, Stati Uniti.

CANTINE DUCA DI SALAPARUTA: arriva Cantine Aperte!

Anche quest’anno le Cantine Duca di Salaparuta di Casteldaccia (PA) apriranno le porte a Wine…

leggi l'articolo

CANTINE FLORIO: torna Cantine Aperte!

Domenica 29 maggio 2022 torna Cantine Aperte, l’evento organizzato dal Movimento Turismo del Vino per…

leggi l'articolo

Lavico Etna DOC: dalle terre vulcaniche due vini…

Un territorio formato da lapilli, ceneri e sabbia. È la terra scura in cui affondano…

leggi l'articolo