Condividi

Paese che vai, cucina che trovi: i Dorayaki

Il giro del mondo in 8 piatti di Duca di Salaparuta, attraverso sapori e profumi nuovi, fa tappa in Giappone, terra affascinante, fucina di innovazioni e culla di antiche tradizioni, anche culinarie. Tra le ricette simbolo della gastronomia nipponica ci sono senza dubbio i Dorayaki, gustosi dolcetti che ricordano molto i pancakes americani. Famosi per essere la merenda preferita di Doraemon, l’irresistibile gattone spaziale protagonista dell’omonimo cartone, sono apprezzati e conosciuti ovunque. I Dorayaki rallegrano spesso le tavole giapponesi, perché sono uno spuntino facile da preparare, bello da vedere e buono da mangiare! La ricetta tradizionale vuole che siano farciti con una crema dolce a base di fagioli azuki, detta anko. Questa “marmellata” può essere, però, sostituita da una crema al cioccolato, per la gioia dei più golosi. Gli ingredienti necessari alla realizzazione della leccornia sono davvero pochi… scopriamoli insieme! ? Ingredienti: – Uova : 3 – Farina: 1 tazza – Tazza di zucchero: 2/3 – Acqua: 3 cucchiai – Lievito: ½ cucchiaino – Olio di semi: q.b. (per ungere la padella) Step 1 Mescolare le uova con la farina, che deve essere aggiunta lentamente per evitare la comparsa di grumi. È possibile servirsi di un setaccio, per non incorrere nel problema. Step 2 Una volta che il composto di uova e farina appare liscio e omogeneo, aggiungere lo zucchero e il lievito sciolto nell’acqua – che può essere sostituito da mezzo cucchiaino di bicarbonato – e continuare a mescolare. Gli amanti del miele, possono utilizzarne 1 cucchiaino per rendere più dolce la ricetta. Step 3 Ungere d’olio una padella, riscaldarla a fuoco medio e versare un mestolo di composto, per ottenere una frittella alta mezzo centimetro e larga una decina. Step 4 Lasciare cuocere per circa 3 minuti fino a che sulla superficie superiore non appaiono delle piccole bollicine. Quindi girare la frittella e farla cuocere dall’altro lato per 1 minuto. Step 5 Far raffreddare i dolcetti e comporre i dorayaki spalmando la farcitura che più si preferisce su una frittella e ricoprirla con l’altra, a mo’ di panino ripieno. E poiché il Paese del Sol Levante esprime attraverso questi dolci l’essenza culinaria delle sue terre e dei suoi abitanti, Duca di Salaparuta ha voluto rendere omaggio ai Dorayaki con un calice di ALA, il vino da dessert dal profumo intenso. Se riempiti di crema al cioccolato, i gustosi dolcetti giapponesi, si sposano alla perfezione con il liquorvino firmata Duca di Salaparuta. Un abbinamento “fusion” a cui è difficile resistere… ? E voi, cosa aspettate a viaggiare insieme a noi e a tuffarvi in una festa di sapori e profumi dal carattere internazionale?

 

Onìris: il vino green da uve raccolte a…

Conoscete Onìris? Prodotto da uve raccolte a mano e solo a perfetta maturazione, Onìris di…

leggi l'articolo

Top 5 dei film di Halloween e dei…

Durante la notte più mostruosa dell'anno i piccoli vanno in cerca di dolcetti ma noi…

leggi l'articolo

La torta Sacher e Aegusa Florio

La coccola perfetta per l'Autunno? La Torta Sacher! Dolce viennese per eccellenza, la Sacher Torte…

leggi l'articolo